• Polonia del Sud itinerante

    Siete mai stati in Polonia?
    Vi piacerebbe organizzare un viaggio proprio qui?
    Abbiamo chiesto ad Alessia, la nostra travel designer pugliese di raccontarci attraverso delle Tips il suo itinerario per esplorare questa magica terra.


    "La Polonia è un meta che, senza ombra di dubbio, mi è rimasta nel cuore, vuoi per quell'effetto sorpresa dato dalla sua inaspettata bellezza, vuoi per quell'accoglienza dal fascino nordico che non credevo potesse essere così accomodante."

    TIPS 


    1. Visitate Cracovia partendo dal bellissimo centro storico, con la fascinosa piazza Rynek Glowny, l’imponente chiesa gotica di S. Maria, il mercato dei tessuti e la torre del Municipio, il celeberrimo castello e la cattedrale di Wawel, situati sull’omonima collina panoramica a ridosso del fiume Vistola. Ma ricordatevi assolutamente di fare tappa nel quartiere ebraico di Kazimierz, pregno di storia, di memoria, di sinagoghe, di sprazzi di street art, di sapori di street food e di posti etnici e vintage e hipster dove bere e mangiare. Qui in plac Nowy tutte le domeniche si insedia un grazioso mercatino delle pulci e, invece, in piazza degli eroi, trova luogo un’installazione artistica composta da 70 grandi sedie in metallo in memoria degli ebrei del ghetto.

    2. Ricercate le architetture contemporanee più interessanti di Cracovia: il Malopolski Ogrod Sutzuki, il centro culturale con un’incantevole spazio filtro semi coperto che fa da tramite tra esterno ed interno; il Museo Tadeusz Kantor, ossia la Cricoteka, un’enorme edificio contemporaneo che con una leggerezza rarefatta sormonta edifici preesistenti; il MOCAK, ossia il museo di arte contemporanea polacca, collocato in un’area post industriale che si sta rinnovando, nei pressi della vecchia fabbrica Schindler.

    3. Noleggiate un'auto e visitate i dintorni meno conosciuti di Cracovia, come il villaggio di Zalipie, famoso per le sue case piccole e colorate, decorate da dipinti floreali fatti a mano.Qui, vicino la città di Tarnow, un tempo non troppo lontano, le casalinghe locali, per ovviare alle macchie scure di fuliggine che dalle stufe si trasferivano sulle pareti, iniziarono a dipingere colorati motivi floreali che celassero tali macchie, rendendo, senza volerlo, le proprie case delle vere e proprie opere d’arte.

    4. Restando a sud ma proseguendo verso l'est della Polonia, merita una tappa Sandomierz, anche detta da molti locals “la piccola Cracovia”, una cittadina a dimensione d’uomo connotata da un centro storico piccolo e notevole. Qui da non perdere sono: la torre Opatowska, un trionfale varco d’ingresso nella città storica, su cui si può salire per ammirare il panorama della città dall’alto; la bellissima piazza del Municipio, circondata da eleganti casette colorate; la bellissima cattedrale con delle decorazioni interne davvero strabilianti; un pranzo veloce e gustoso nella tipica panetteria W Starej Piekarni, dove dire che si mangia bene è più che riduttivo e dove è possibile mangiare una zuppa fatta come tradizione comanda o degli enormi pierogi con un impasto fatto di pane.

    5. A mezz’ora di auto da Sandomierz si trova il Krzyztopor di Ujazd, un meraviglioso rudere di castello a pianta pentagonale del 1600. L’eloquente stato di rovina ha contribuito a rendere ancor più attraente quel che resta di questa antica costruzione. Pagando un biglietto d’ingresso davvero irrisorio è possibile percorre i meandri di questo enorme edificio, ma attenzione che tra le pietre decadenti si corre il rischio di perdersi.

  • Lisbona

    "La prima cosa alla quale penso quando sento parlare di Lisbona è la bellezza del perdersi tra i suoi vicoli, ai murales che ti sorprendono mentre cerchi di orientarti tra le viuzze dell’Alfama o della Mouraria con il suono malinconico del fado che arriva lontano da qualche tasca. 
    Lisbona è una città viva, in continua evoluzione, sempre pronta a ragalare nuovi stimoli"

    Così descrive Lisbona Gianluca, uno dei nostri travel designers romani.

    TIPS 

    1. Lisbona e i suoi dintorni hanno tanto da offrire, il consiglio è quello di spendere almeno cinque giorni per godersela al meglio.

    2. Non dimenticate di riservarvi un giorno per un’escursione tra le meraviglie di Sintra, per poi proseguire sulla scogliera di Cabo da Roca, il punto più a ovest del continente, ed infine dirigetevi a Cascais. Potrete organizzare la vostra gita partendo direttamente dalla stazione di Rossio.

    3.Lisbona non deluderà gli appassionati della Street Art.
    Esistono dei tour guidati alla scoperta dei migliori street artist che hanno lasciato il loro segno sui muri della città. Vi consigliamo a tal proposito di visitare il bairro di Marvila e quello di Padre Cruz, entrambi sede in anni diversi del “MURO”, un festival dedicato alla Street Art che ha coinvolto i più grandi artisti a livello mondiale del genere.

    4.Nelle piccole trattorie (le tascas), assaggiate il bacalhau nelle sue numerose varianti (si dice che esistano 365 modi differenti di cucinarlo!) ed i famosi pastéis de nata. Vi consigliamo quelli della Manteigaria a Chiado.

    5. Durante il week end fate un salto alla LxFactory, vero cuore pulsante della “nuova” Lisbona. Dedicate una giornata ad esplorare le zone di Belèm (famosa per la sua torre e per il Mosteiro dos Jerónimos) e di Alcantara.

  • deserto di atacama,cile

    “Le rose che arrossano la magica desolazione salmastra del deserto di Atacama sbocciano per un solo giorno, ma la loro bellezza è tale da renderle estremamente preziose, da spingere gli uomini ad attenderne per giorni la fioritura.”

    Così Sepulveda descrive questo evento incredibile che avviene in uno degli ambienti più ostili al mondo.. Un luogo magico che merita di essere visitato almeno una volta nella vita, nella sua semplicità nasconde una bellezza indescrivibile. Piero, introduce così queste utili e affascinanti tips per voi viaggiatori.

     

    TIPS

     

    1.San Pedro De Atacama: a 2500 metri di altitudine. La cittadina appare all’improvviso, dopo chilometri di rocce, polvere e lunghi rettilinei, con le sue casette bianche addossate, la presenza di qualche albero e anche un po’ di verde. San Pedro è avvolta da un’atmosfera spensierata e multietnica grazie ai visitatori che ne affollano le stradine e i locali. E’ dominata dal Vulcano Licancabur, che arriva a sfiorare i 6000 metri ed attrae l’attenzione di tutti grazie alla sua forma di cono perfetto: nelle giornate più terse si nota il suo tipico profilo che si staglia tra i tetti delle case, con la cima ricoperta di neve. La Chiesa di San Pedro è un luogo da non perdere, dichiarata monumento nazionale cileno: si trova nella bella piazza centrale.

     

    2.Valle Della Luna: Così chiamata perchè sembra realmente di essere sulla luna, una distesa infinita di dune di sabbia, da visitare all’alba o al tramonto per le incredibili suggestioni che offre, trasportando il visitatore in un altro pianeta.

     

    3. Laguna Cejar: Altra tappa imperdibile, Questo lago, situato a circa 20 chilometri dalla città e arroccato a 2600 metri di altitudine. Il paesaggio è mozzafiato e l'acqua incredibilmente turchese. L'acqua  ha un concentrazione così forte di sale e litio che determina un indice di flottazione superiore a quello del Mar Morto! Quando vi ricapiterà di galleggiare a 2600 mt?

     

    4.Geyser El Tatio: Guardare l’alba mentre sei sul geyser più alto del mondo 4320 mt non si può descrivere a parole…

     

    5.Terme Puritama:  Un'escursione perfetta per i viaggiatori stanchi! Circondate da canyon di ocra e cactus, le Terme di Puritama, a 4000 metri di altitudine, sono sorgenti naturali di acqua calda scavate nella roccia del deserto. La temperatura dell'acqua varia dai 30°C ai 35°C. Una meraviglia! Per una sosta rilassante durante il viaggio nel Deserto, le Terme rappresentano una tappa obbligatoria. È una vera e propria gioia potersi rilassare nelle acque calde circondati dalla natura selvaggia.

  • cina

    Quante volte avete pensato alla Cina come possibile meta turistica ed avete desistito in seguito ad effettive difficoltà logistiche e di lingua?

    La Cina rimane uno dei luoghi più affascinanti ed impegnativi di sempre, sa stupirti con la mescolanza di moltissime culture millenarie e la loro pacifica convivenza, la gentilezza e l'ospitalità unica del popolo cinese, la prelibatezza dei piatti tradizionali e l'imponenza della sua natura.

    TIPS

     

    1. Chengdou

    Capitale del Sichuan, regione famosa per la cucina piccantissima, il suo pepe ingrediente fondamentale in tutti i piatti, patria del Panda ed ottimo punto di partenza per gli amanti del Trekking.

    Una città caotica ma che sa accoglierti tra alti palazzi, monasteri buddisti e giardini pubblici.

    Da qui si può raggiungere il centro per la conservazione del Panda, visitare la più grande statua di pietra di Buddha del mondo e perdere interi pomeriggi nei giardini pubblici a degustare calde tazze di tè mentre attorno famiglie e singoli praticano il Tai Chi. 

     

    2. Valle del Juzhaigou

    Parco naturale patrimonio dell'Unesco, famoso per le sue cascate ed i suoi laghi si trova al confine con l'altipiano Tibetano. Ad oggi è abitato da popolazioni tibetane e dedicare almeno un giorno alla visita di questo luogo magico è d'obbligo. 

     

    3. Città di Langmusi

    Data la quasi impossibilità di entrare in Tibet da soli e senza spendere cifre folli, la visita di questo paesino alpino, situato sull'altipano tibetano non lascerà di certo delusi.

    Popolata quasi esclusivamente da Tibetani la città è sorta attorno a due importanti monasteri. Fermarsi qualche giorno per respirare l'aria dell'altipiano mangiando i suoi famosi ravioli  e farsi trasportare dai canti dei monaci la sera e la mattina presto è sicuramente una delle esperienze più autentiche che si possano vivere.

     

    4. Monastero di Labrang

    Luogo sacro della cultura Tibetana, si erge di fronte al Fiume Daxia e la montagna del Drago. Il monastero è famoso per gli imponenti edifici Buddhisti , l'ineguagliabile cucina ed il lungo corridoio delle ruote di preghiera.

    Da qui inoltre cominciò la rivolta dei monaci Tibetani contro il controllo della Cina, fino a qualche anno fa non ci si poteva avvicinare in quanto considerato luogo pericoloso.

     

    5. Xi'An

    Città più a sud della via della seta, caratterizzata da più di 3000 anni di storia e famosa sopratutto per l'esercito di terra cotta.

    Quel che più mi ha appassionato durante la visita di questa città è stato sicuramente la scoperta del quartiere musulmano , intere vie dedicate al cibo di strada, dove si possono assaggiare migliaia di piatti prelibati.

     

    6. Pingyao

    Famosa per le antiche mura ottimamente conservate e patrimonio dell'Unesco è un meraviglioso esempio di città tradizionale cinese , fatto di case basse, viuzze strette e ristoranti nascosti dentro porte anonime, sicuramente merita una sosta.

     

    7. Pechino

    Una città millenaria, facile da visitare grazie all'efficientissimo sistema di trasporti che permettono di girarla in lungo ed in largo.

    Perdersi tra i tradizionali quartieri a nord della città, visitando la città proibita e l'immensa piazza Tiennamen. Non può di certo mancare una bella camminata tra la muraglia cinese. Non tutti sanno che le parti di muraglia più famose sono quasi interamente ricostruite e di originale è rimasto poco, ma c'è un modo (avventuroso) di percorrere una parte originale di muraglia.

  • un halloween da"paura"

    Perché non approfittare del ponte di fine Ottobre - inizio Novembre per organizzare un terrificante viaggio in una di queste sei mete, perfette per un Halloween da paura!

    Ecco alcune mete interessanti che vi consigliamo:

    DUBLINO:

    Impossibile non partire là dove Halloween ebbe origine. Pare difatti che le celebrazioni iniziarono nel mondo celtico con la festa di Samhain, la festa di fine estate che si festeggiava nell'arcipelago britannico, chiamato anche "capodanno celtico". E non c'è luogo dove più sono rimaste forti le origini celtiche che in Irlanda. La notte del 31 ottobre, a Dublino, è prevista difatti la parata del Samhaim, dove si esibiscono danzatori, mostri e fantasmi, con musiche inquietanti che vi porteranno tra le strade della città. I pub qui la fanno da padrone e ogni locale avrà i suoi specifici party a tema! Disseminati per la città i "ghost tour", per scoprire le leggende soprannaturali che popolano i vicoli oscuri di Dublino!

    LONDRA:

    E’ sicuramente una città misteriosa, tra leggende e serial killer non può che essere un'ottima meta per il vostro Halloween. Qui potrete ripercorrere le insanguinate tracce di Jack lo Squartatore. Sono parecchi i tour che vi porteranno negli oscuri vicoli di Whitechapel dove si sono consumati gli efferati crimini dell'assassino di prostitute, tutt'ora insoluti!. Altrettanto interessanti e numerose sono le storie di fantasmi che gravitano intorno alla città. Si parte dalla celebre Torre di Londra, sulle rive del Tamigi. Qui nel 1536, Anna Bolena fu fatta assassinare dal marito, il Re Enrico VIII e secondo la leggenda il suo fantasma continua a manifestarsi con una certa frequenza, fino al cimitero monumentale di , una perla gotica a cielo aperto che ancora oggi conserva tutto il suo fascino cupo e misterioso.

    PARIGI:

    Potrà sembrare strano a molti ma la capitale francese non è solamente la città degli innamorati.. infatti ospita molti luoghi terrificanti è ricchi di mistero. Tra i luoghi da non perdere sicuramente il Cimitero di Pere Lachaise e le Catacombe di Parigi. Il Cimitero di Pere Lachaise si estende per chilometri e tra le decine di migliaia di tombe include quelle di celebrità come Chopin, Edith Piaf o Jim Morrison. L’atmosfera del cimitero è davvero inquietante e considerato da molti stregato. Ancora più terrificante è forse quanto si nascondo sotto le strade di Parigi. Nelle Catacombe di Parigi i teschi di milioni di parigini rivestono le pareti dei tunnel, esumate dalle tombe e qui collocate nel XVII secolo. Le catacombe di Parigi servirono da fonte d’ispirazione ad Edgar Allan Poe.

    EDIMBURGO

    Cosa viene in mente quando pensiamo alla Scozia? Una Brughiera fredda e desolata, avvolta nella nebbia. Ovviamente è molto di più ma Halloween è davvero il miglior momento per avvicinarsi alla Scozia piú spettrale. Ed Edimburgo è la città ideale per farlo, con le sue strette stradine intorno al Castello, suggestive ed inquietanti.. Sicuramente anche i Sotterranei non sono da meno,costruiti nel 1645 quando la città fu colpita dalla peste, qui morirono centinaia di persone, murate vive a causa della malattia e in tanti credono che la loro presenza si possa ancora percepire.

    PRAGA:

    Considerata una delle capitali dell’esoterismo, Praga ha un gran numero di luoghi misteriosi ed avvolti nella leggenda, iniziando dal celebre Ponte Carlo dove, secondo la leggenda, il Santo Venceslao lasciò la propria spada per decapitare tutti nemici della città qualora ce ne fosse bisogno. La leggenda del Golem, costruito dal fango da un rabbino nel XVI secolo per proteggere la propria comunitá riguarda invece il Quartiere Ebraico, dove pure sono noti i fantasmi della Strangolatrice o dell’Ebrea Danzante. Sono tanti i Tour che si possono realizzare alla scoperta dei fantasmi e dei misteri di Praga. Interessante sicuramente a 70 km dalla città è  un edificio che fa parte del monastero cistercense di Sedlec. Si tratta di una piccola cappella cristiana all’interno della quale si trovano i resti di circa 40.000 scheletri umani, molti dei quali sono stati usati per decorare gli interni dell’edificio. La chiesa del cimitero con l’Ossario è un monumento culturale e storico unico nel suo genere ed attira ogni anno migliaia di visitatori provenienti da tutti i paesi del mondo

    CASTELLO DI BRAN:

    Non potevamo non concludere con un grande classico di Halloween: la Transilvania, terra infestata dagli strigoi, esseri che si nutrono di sangue umano. Vampiri, insomma. D'altronde è proprio qui che visse l'originale Conte Dracula, Vlad III l'Impalatore, che esponeva le sue vittime trafitte da picche nel percorso che portava al suo castello. Che si trova a Bran ed è oggi visitabile. Questo fu utilizzato da Bram Stoker per la descrizione del maniero dove viveva il re dei vampiri, nonché abitato da Vlad III in persona. Un’occasione perfetta per passare un week end lungo sulle tracce delle leggende più soprannaturali d'Europa, immersi in un'atmosfera da brivido e allo stesso tempo visitare alcune città gotiche del paese come Brasov con la sua famosa

  • COSTA RICA

    Siete mai stati in Costa Rica?
    Un paese di una bellezza unica, con un patrimonio naturale di flora e fauna a dir poco ineguagliabile. In in una parola: "pura vida"!


    Stiamo parlando del Costa Rica, un piccolo lembo di verde terra in America Centrale che ospita una grossa fetta della biodiversità del pianeta.

    TIPS
    1. La riserva più famosa del Costa Rica è senz'altro il Parco di Corcovado. Questo parco è una riserva straordinaria: si ha la possibilità di fare visite guidate su sentieri realmente battuti dagli animali della giungla ed è molto frequente riuscire a fare incredibili avvistamenti: tapiri, coatì, scimmie, uccelli di ogni genere e anche felini come il puma il giaguaro.

    2. Se non siete ancora stati in Giamaica ma siete curiosi di vivere una simile atmosfera in un paese caraibico, allora fate un salto a Puerto Viejo. Piccolo paese affacciato sul mar dei Caraibi al confine con Panama, ricco di belle spiagge e con un atmosfera "afro" che più relax non si può. Merita una visita!

    3.Poco distante, ancora una volta affacciata sul mare si trova Cahuita, cittadina piccola e tranquilla con una particolarità: un parco naturale direttamente sulla spiaggia. Fa effetto poter vedere da vicino i bradipi che si muovono lentamente da una palma all'altra, le scimmie e i procioni che si rincorrono e tante altre specie interessanti in un ambiente naturale così speciale.
    La Costa Rica è un paese verde ricco di tanti ambienti naturali diversi. Oltre al mare e alla montagna, ha la particolarità di ospitare anche il cosiddetto "bosco nuvoloso". Conoscete il quetzal? E' un uccello color smeraldo dal piumaggio rosso sulla pancia e una lunga coda di piume blu. Quasi mistico! Nelle zone di Monte Verde e Santa Elena si ha l'occasione imperdibile di scorgere questo animale nel suo ambiente naturale, uno spettacolo garantito!

    4. Assaggiate il "Gallo Pinto", servito tradizionalmente a colazione e considerato il piatto nazionale. Si tratta di riso con fagioli e verdurine, accompagnato da uova strapazzate, platano o formaggio. Magari accompagnato da un ottimo "fresco" di frutta, imperdibile!

    5 Le SIM europee non funzionano nel paese, ma non preoccupatevi! Per pochi colones (la moneta locale) potete acquistare una carta ricaricabile e usare un numero costaricano per chiamare dalla Costa Rica. Consigliate le reti di Claro e Kolbi.

  • giappone

    Volete organizzare un viaggio in Giappone e non sapete da dove cominciare? 


    Prima di tutto assicuratevi di avere tempo sufficiente per visitarlo, noi vi consigliamo almeno due settimane.
    Ecco le nostre TIPS riassunte in pochi punti per voi:

    TIPS


    1. Procuratevi prima di partire il Japan Rail Pass. Si tratta di un abbonamento ferroviario illimitato per visitare il Giappone che comprende anche gli Shikansen (tranne NOZOMO e MIZUHO)

     

    2. Prenotate almeno una notte in un Ryokan. I più belli li trovate a Kyoto ma soprattutto nei paesini più sperduti del Giappone

    3.Dedicate un po' di tempo al vostro relax, facendo un bagno nei meravigliosi Onsen. Se volete proprio esagerare passate qualche giorno nella cittadina di Kinosaki onsen a circa 2 ore da Osaka

    4.Dormite in un Tempio buddhista. I migliori sono sul Monte Koya, si chiamano Shikubo

     

    5.Fate una scorpacciata di sushi, ma non dimenticate di assaggiare l'ottima carne di Tajima, davvero deliziosa! 

  • los angeles

    Direzione Los Angeles che a tanti non piace, ma riserva grandi emozioni per tutti!!

    Le 5 tips che vi diamo sono per veri intenditori, quindi shhhh non spargete troppo la voce!! 

    TIPS

     

    1. Biciclettata da Santa Monica a Venice Beach come i veri californiani. Confondendosi fra i surfisti, gli sportivi di Muscle Beach e gli skaters, per assaporare quella California lontana dai classici posti turistici.

    2. Rodeo Drive, meta turistica classica. Sì ci vanno tutti, ma avete mai pensato di andarci la sera? Se non siete amanti dello shopping di alto livello, la sera è il momento migliore per godersi la magia della via senza la calca di turisti che fanno foto. Parcheggiate la vostra macchina nelle vie adiacenti e godetevi la visita privata di Rodeo Drive e Dayton Way. Vi sembrerà di essere in un film e sarete proprio voi i protagonisti!

    3. Pensate anche ai piaceri della tavola e non fatevi scappare l’occasione di fare un Brunch tradizionale per il Funny Sunday! Ci sono tanti Diner in California, ma nessuno è come Mel’s! Oltre ad un’ottima colazione sarà come tornare indietro nel tempo, in un film Hollywoodiano anni ‘50!

    4. Non fatevi impressionare dalla location! A Los Angeles si riescono a trovare molti Rooftop dove poter cenare senza dover spendere più di quanto si spenderebbe al piano terra! Ma la vista che si riesce a godere da qua è davvero fantastica!

    5. Lo sapevate che a Los Angeles, proprio vicino a Rodeo Drive, c’è il primo ATM per i Cupcakes?! Il sogno di ogni goloso! Siete in giro, avete voglia di un Cupcake, ma è notte ed ormai è tutto chiuso?! Non c’è problema! Andate da Sprinkles selezionate il vostro cupcake preferito, inserite la carta di credito e in 1 minuto vi verrà consegnato il vostro cupcake fresco fresco!!

The Trippin two P.IVA 12529751005